Vincoli; Kent Haruf; NNeditore; Acompassforbooks

Un mondo difficile quello del Colorado rurale della prima metà del 1900 qui descritto da Kent Haruf in modo vivido e duro ma con la grande tenerezza e profondità che definisce l’unicità delle sue narrazioni come ne Le nostre anime di notte. Vincoli, è il suo romanzo d’esordio, pubblicato nel 2018 da NNEditore, che nella quarta di copertina lo racconta così: “Questo libro è per le spighe di grano, per le mucche, per i cieli d’estate e la neve, per le stelle e l’erba, per la polvere e il dondolo, per una crostata di ciliegie e per le cartoline; ma questo libro è soprattutto per gli acerbi ragazzi che eravamo, e per la porta che siamo riusciti ad aprire, finalmente liberi di vivere giorni più luminosi.”

In questo romanzo rispetto ad altri libri dell’autore, si delinea una maggiore volontà descrittiva e la trama è dominata da toni più cupi e drammatici. Eppure dal dolore emerge sempre la speranza e il rimpianto non è mai fine a se stesso. La linea narrativa, attraversando il negativo, conduce in luoghi che, nonostante l’oscurità con cui la vita può tingere gli eventi, si rivelano ampi e luminosi se non altro nella mente di chi li ha immaginati e lì restano, persistenti. 

Così Vincoli restituisce un’idea strana di casa, a tratti ambivalente nel suo confrontarsi con il concetto di libertà. Sembrano qui emergere due nuclei tematici contrapposti. Da un lato l’impossibilità di resistere al rispetto e alla reverenza riservata all’antica essenza del vincolo morale o sociale, anche al suo stato più primordiale e violento, anche quando separa piuttosto che unire, anche quando vive della sola sopportazione di chi cerca di aggiustarlo, farlo funzionare o non può fare a meno di temerlo.

Dall’altro lato si sente forte l’impeto verso la continua e inarrestabile necessità di superarlo, scardinandone la forma, di riuscire a liberarsi sfidando la paura che in quel tentativo di ribellione si possa poi finire per perdere sé stessi. Nel mezzo si intravede la natura indefinita dei vincoli che possono soggiogare ma anche rafforzare e consapevolizzare, creando momenti di solidarietà, coraggio e fiducia verso lo spirito umano. Questo e tanto altro in Vincoli, prima tappa del percorso narrativo creato da questo grande autore e ambientato nella piccola cittadina immaginaria di Holt in Colorado. Canto della Pianura, sarà la prossima meta.

💬