Martedì Poetici: inaugurazione! #acompassforpoetry

 

“Alcuni dicono buonanotte – la sera –
Io invece dico buonanotte – di giorno –
Arrivederci – dice chi va –
Buonanotte – abitualmente rispondo –
Perché la separazione – quella è la notte,
e la presenza invece, semplicemente l’alba –
E quella, la luce purpurea lassù
è chiamata mattino.”

Emily Dickinson, Silenzi 

 

Con le meravigliose parole di Emily Dickinson, una delle nostre poetesse del cuore, vogliamo iniziare i nostri martedì poetici #acompassforpoetry, uno spazio settimanale dedicato a questa forma d’arte, che sebbene poco ascoltata ha sempre tanto da dire. Ogni settimana, il martedì, vi proporremo una poesia e vi parleremo di un poeta o una poetessa, raccontandone il talento e la personalità.

Oggi, invece, essendo il giorno di inaugurazione di questo spazio vorremmo scrivere della poesia in generale, anche per sapere cosa ne pensate. 

Perché si legge poca poesia?

La poesia ci ha sempre fatto sognare e ancora oggi molti meravigliosi versi, antichi o moderni, vivono nella nostra memoria indelebili. Eppure, spesso capita di non leggere molta poesia. Ci siamo chiesti il perché di questa tendenza. Perché si legge poca poesia? Una ragione potrebbe essere che è davvero un mezzo comunicativo intenso e potente che, a differenze della prosa solitamente più diplomatica, ti catapulta violentemente nel mondo emozionale di un’altra persona.

Per contenerlo la poesia deve necessariamente seguire una forma stilisticamente controllata, pensata, studiata, che può quindi rivelarsi di non immediata lettura. Il che potrebbe fornire proprio la ragione per cui molti ne fanno un uso ridotto.

Un altro aspetto da considerare è il fatto stesso di essere catapultati attraverso il mondo emotivo di un altro che potrebbe in effetti rivelarsi intimidatorio. Non tutti hanno la curiosità o il coraggio di andare a fondo nell’animo di un’altra persona, richiede sforzo e una grande empatia. Per queste ragioni molti tengono la poesia a distanza. 

Perché leggere poesia?

Eppure noi crediamo che la lettura costante e continuativa di poesia sia oggi più che mai importante. In particolare nella società digitale dove cerchiamo continuamente di essere più veloci, specializzati, particolari e rari e di conseguenza le emozioni individuali stanno diventando sempre più inafferrabili e rarefatte. La poesia è per noi quindi davvero fondamentale perché ci riporta alle emozioni comuni e, nel farlo, ci avvicina. 

Con i nostri martedì poetici #acompassforpoetry vorremo enfatizzare proprio questo suo aspetto. Vi proporremo ogni volta un libro di poesia che amiamo raccontando perché il poeta o la poetessa scelti abbiano deciso di usare questo mezzo di comunicazione. Vi racconteremo di loro ma sopratutto di come le loro poesie ci abbiamo fatto sentire più vicini agli altri. 

I martedì poetici

Siamo molto emozionati all’idea di poter intraprendere questa avventura dedicata alla poesia con voi e speriamo che i prossimi articoli possano fornirvi spunti interessanti di lettura, riflessione e dibattito.

Ci auguriamo che questo possa diventare uno spazio di dibattito e che partecipiate in tanti con i vostri commenti e suggerimenti per condividere e diffondere l’amore per la poesia.  Vi chiediamo quindi subito per iniziare, vi piace questa idea?

e sopratutto, vi piace la poesia? chi sono i vostri poeti del cuore?

 

Per chi ci segue su Instagram c’è una sorpresina: abbiamo appena creato un hashtag dedicato #acompassforpoetry per condividere poesia e averla in dono una volta al mese! Come? Trovate tutte le informazioni sul nostro profilo @acompassforbooks 

7 Replies to “Martedì Poetici: inaugurazione! #acompassforpoetry”

  1. che bella idea! a me piace la poesia ma in effetti non ne leggo spesso, forse perché mi è più facile destreggiarmi nella scelta di romanzi che di libri di poesia, quindi sono contentissima di questo spazio, bella anche l’iniziativa su IG 🙂

  2. Se per poesia si includono i poemi epici, naturalmente mi piace tantissimo! XD
    Di poesia in senso stretto non ne leggo molta, lo ammetto, ma un’opera come “La ballata del vecchio marinaio” resta uno dei miei libri preferiti.
    Seguirò con interesse questa iniziativa!

    1. Anche a noi li amiamo!! sarebbe bello dedicarvi qualche post, quali ti piacerebbe approfondire? Straordinaria la Ballata di Coleridge, sicuramente dedicheremo diversi martedì a esplorare le liriche romantiche e i poeti del mare un tema che appassiona tanto anche noi. Siamo davvero felicissimi di aver destato il tuo interesse e di averti a bordo!

  3. è una bellissima idea, soprattutto considerando che, come da voi osservato, la poesia non è molto diffusa come lettura di svago… anzi, la maggior parte delle persone, se si dice “poesia”, pensa a qualcosa da studiare sui banchi di scuola 🙂 quindi grazie per questa bella iniziativa!

    1. è proprio vero spesso la poesia è relegata ad ambiti rigidi e scolastici. Noi vorremo qui valorizzarne la dinamicità emotiva che la rende un’esperienza profondamente umana! siamo contentissimi che l’idea ti piaccia e cercheremo di svilupparla con passione ed entusiasmo!

💬

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: