Il signore degli anelli. J.R.R. Tolkien

J.R.R. Tolkien; Il signore degli anelli; The lord of the rings; acompassforbooks; books; libri

“E lì Sam, sbirciando fra i lembi di nuvole che sovrastavano un’alta vetta, vide una stella bianca scintillare all’improvviso. Lo splendore gli penetrò nell’anima, e la speranza nacque di nuovo in lui. Come un limpido e freddo baleno passò nella sua mente il pensiero che l’Ombra non era in fin dei conti che una piccola cosa passeggera: al di là di essa vi erano eterna luce e splendida bellezza.”

Il Signore degli Anelli è uno di quei libri di cui si potrebbe scrivere per giorni e giorni e di cui in effetti è stato scritto moltissimo.

Ve ne avevamo già parlato un po’ in occasione della recensione de Lo Hobbit ma visto che lo abbiamo di recente ripreso in mano ci è venuta voglia di condividere una citazione e la nostra passione per quest’autore. Per noi è uno dei libri più amati di sempre! Lo abbiamo letto la prima volta a 16 anni e poi ripreso in diversi momenti della vita, anche difficili.

Come un buon amico è sempre stato in grado di parlarci del valore di credere in se stessi. Del rapporto tra bene e del male, dell’amicizia, del viaggio come crescita e di resilienza e del coraggio di affrontare l’ignoto per un bene più grande.

Il coraggio degli eroi, ma sopratutto quello di chi ama le cose semplici della vita e allo stesso tempo si scopre capace di grande forza morale e spirito d’avventura.

Sam è sicuramente uno dei personaggi più amati, chi è il vostro preferito? 

6 Replies to “Il signore degli anelli. J.R.R. Tolkien”

  1. Ho sempre avuto un debole per Boromir: un perdente, ma mi piace che simboleggi un eroe che si sbaglia e paga carissimo il suo errore, permettendo così a Frodo di cominciare davvero il suo viaggio.

💬

error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: